Borgogna

Classe ed eleganza sono le principali caratteristiche dei vini prodotti in Borgogna. Le due uve principali coltivate in questa regione sono lo Chardonnay ed il Pinot Nero, due varietà che producono migliori risultati in climi freschi, infatti la Borgogna è una delle zone più a nord di produzione di vini rossi.

La Borgogna è il regno dei “domaine”, cioè un insieme di vigneti, spesso di piccole superfici, dislocati in più zone di uno stesso territorio, a volte anche distanti molti chilometri, ed appartenenti a denominazioni diverse. Questi vigneti sono di proprietà di un'unica entità e le uve provenienti da ogni vigneto sono vinificate separatamente in modo da produrre vini, spesso in piccole quantità, capaci di riflettere ed esprimere le caratteristiche delle singole zone.


 

I vini di Borgogna non possono essere considerati semplicemente per le caratteristiche generali delle uve utilizzate – principalmente Chardonnay e Pinot Nero – ogni zona, ed addirittura ogni vigneto, esprimono ciascuna, qualità, profumi ed aromi differenti.
Questo concetto che valorizza la grande varietà dei vini prodotti, partendo dalle stesse uve, nasce dal lavoro di studio dei microclimi effettuato nel medioevo dai monaci benedettini e cistercensi che implementarono e svilupparono la coltivazione della vite e la produzione del vino.

I vini da noi selezionati provengono dalla Côte Chalonnaise e dal Mâconnais, nella bassa Borgogna, zone lontane dai fasti dei grandi nomi, poco conosciute in Italia, ma a nostro parere più interessanti, perché più rurali ed incontaminate, dove la produzione è altamente specializzata, ma artigianale, ed il rapporto qualità/prezzo eccellente. Questo ci permette di portare sulle vostre tavole vini pregiati a prezzi convenienti. Oltre ai più noti Chardonnay e Pinot Nero, abbiamo scelto Aligoté bianco autoctono e Gamay rosso.
In Borgonga si producono inoltre eccellenti vini spumanti, vinificati con metodo classico, che hanno diritto alla denominazione “Crémant de Bourgogne”, e che a differenza dello Champagne sono sottoposti ad una pressione inferiore a 5 atmosfere.

I vini di Borgogna si dividono in 4 classificazioni:
Bourgogne – rosso e bianco; Village – Rosso e bianco, che prende la denominazione dal villaggio di coltivazione, e più specificatamente, per i vini più pregiati, riporta anche il nome del vigneto di coltivazione; Premier Cru – Rosso e bianco, denominazione assegnata a 562 vigneti in tutta la Borgogna; Grand Cru – Rosso e bianco, denominazione assegnata solo a 33 vigneti, in etichetta riporta solo il nome del vigneto – questa denominazione è appannaggio dei grandi marchi dell’alta Borgogna.

 

In particolare, nello Chalonnais, territorio di conformazione argillocalcareo, abbiamo selezionato principalmente vini dai villaggi di Mercurey e Givry, noti per la produzione del Pinot Nero, vitigno nobile e delicato, di cui esistono anche dei Premier Cru.
Più a sud si trova il Mâconnais, zona in cui si produce la più alta quantità di vini bianchi di tutta la Borgogna. Il vino più noto del territorio è senza dubbio il Poully-Fuissé, anche se esistono numerose Aoc minori, come il Saint-Véran, piccolissima zona con terreno siliceo, o il Viré Clessé, con terreno marnoso-oxfordiano e calcareo-batoniano, considerate molto interessanti, con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Bourgogne - Chicche di Champagne
Bourgogne - Chicche di Champagne
Bourgogne - Chicche di Champagne